Il modo per accedere a Elden Ring Shadow of the Erdtree non ha alcun senso


Il 21 giugno sarà disponibile su PC, PlayStation e Xbox l’espansione di Elden Ring, Shadow of the Erdtree. Come vi abbiamo da poco segnalato, una percentuale di giocatori compresa tra il 61% e il 77% dei giocatori non può accedere a tale contenuto aggiuntivo.

Il motivo è legato al fatto che il punto di accesso del DLC è bloccato dietro un boss avanzato, per motivi di trama perlopiù, ma anche per questioni di equilibrio di gioco, visto che si tratta ovviamente di un’espansione pensata per personaggi potenti.

La domanda però: è forse uno dei più grandi errori di FromSoftware?

Shadow of the Erdtree dovrebbe essere accessibile più velocemente?

Ragioniamoci. Non è affatto strano che molti giocatori non finiscano i videogiochi. Tutti lo sanno che solo una percentuale ridotta arriva al finale, sia per quanto riguarda i giochi più brevi e lineari che con quelli a mondo aperto e dispersivi che richiedono decine e decine di ore. Inoltre, molti non si preoccupano di fare tutto quello che è possibile e anche se finiscono il gioco non hanno voglia di affrontare sfide aggiuntive.

Non è sorprendente che lo stesso stia accadendo con Elden Ring. Se però col gioco base si può affermare che oramai le copie sono state vendute, con il DLC la situazione è esattamente opposta e rendere così complesso l’accesso al contenuto aggiuntivo non fa altro se non alienare una fetta di pubblico, che è l’opposto di quello che ha cercato di fare Elden Ring con il suo intero design (mappa aperta, più libertà, possibilità di mettere da parte una sfida difficile per andare a fare cose più semplici, più chiarezza sulla direzione da prendere…).

Stupisce quindi che FromSoftware abbia voluto bloccare un contenuto di questo tipo, soprattutto perché Shadow of the Erdtree stesso è pensato per permette anche a chi non ha un personaggio poi così potente di poter superare varie sfide, precisamente inserendo dei potenziamenti che riducono i danni subiti e aumentano quelli inferti.

Una magia infuocata contro un troll in Elden Ring Shadow of the Erdtree
Una magia infuocata contro un troll in Elden Ring Shadow of the Erdtree

Ovviamente una possibile risposta è che il team sa benissimo che chi non ha avuto voglia di battere il boss avanzato necessario per accedere al DLC probabilmente non vorrà comprare Shadow of the Erdtree, perché non è poi così interessato al gioco. I dati però parlano di un valore compreso tra il 61% e il 77% dei giocatori che non ha già pronto un salvataggio per usare il DLC e questo significa che tale contenuto venderà meno della metà del gioco base. Già questo sarebbe un notevole risultato visti i numeri raggiunti dal gioco, ma nondimeno pare uno spreco perdere parte della propria utenza in questo modo.

Consideriamo ad esempio che alcuni giocatori non disprezzano Elden Ring, ma semplicemente ci hanno giocato solo in cooperativa insieme all’amico più esperto senza però fare letteralmente tutto e amerebbero l’idea di buttarsi nel nuovo contenuto con un aiuto. Solo che Elden Ring pretende che i giocatori siano nello stesso luogo per attivare la cooperativa e non basta semplicemente acquistare il DLC per lanciarsi nel mondo dell’altro giocatore.

Ripetiamo. Elden Ring è un gioco più accessibile ed è solo che encomiabile visto che non ha messo da parte la difficoltà e la qualità per raggiungere tale risultato. Shadow of the Erdtree stesso non sembra pretendere da ogni giocatore di essere il re dei guerrieri per poter essere affrontato. Ora l’unica cosa da fare è rimuovere questa fissazione di voler mettere l’accesso ai DLC in punti strani, avanzati e più legati alla lore che al gameplay.





Fonte: https://multiplayer.it/notizie/modo-accedere-elden-ring-shadow-of-the-erdtree-non-ha-alcun-senso.html

Back to top button